INTDEFINITIVA_1464190453082
img_1462977340577.jpeg

HOMEPAGE

MEDICINA DELLO SPORT



DA OLTRE 5 ANNI IL LABORATORIO BIO BRIN, AVVALENDOSI DI STRUMENTAZIONE ALTAMENTE TECNOLOGICA, OPERA NELL' AMBITO DELLA MEDICINA DELLO SPORT, MONITORANDO LO STATO DI FORMA DEGLI ATLETI NELLE VARIE DISCIPLINE SPORTIVE DURANTE L' ATTIVITA' AGONISTICA, IN RELAZIONE A QUANTO PREVISTO DAL PROTOCOLLO INTERNAZIONALE . 

PER LA QUARTA STAGIONE CONSECUTIVA SIAMO FORNITORI UFFICIALI DELLA NEW BASKET BRINDISI, MONITORANDO SOTTO I CARICHI DI LAVORO LA CONDIZIONE ATLETICA DELLA SQUADRA CHE MILITA NEL MASSIMO CAMPIONATO DI LEGA BASKET.





BIO BRIN s.r.l.
Laboratorio di analisi cliniche
Microbiologiche e radioimmunologiche
Direttore Sanitario: Dr. Giudice Massimo
Via Cesare Braico 21 e 25
72100 Brindisi – tel 0831 527691
Posta elettrnica certificata :
laboratoriodianalisi.biobrin@pec.it





MONITORAGGIO DEL RISCHIO DI  OVERTRAINING



Nella pratica sportiva una delle condizioni che mettono a rischio le performance degli atleti è la cosiddetta “ Sindrome da Overtraining o Sindrome da Sovrallenamento “ provocata da allenamenti tanto intensi e prolungati da superare le capacità di adattamento alla fatica per cui l’atleta, pur allenandosi regolarmente, non solo non migliora ma addirittura regredisce la propria capacità di prestazione.
Tale sindrome è caratterizzata  da alcune modificazioni ormonali così ben caratterizzate da essere utilizzate come un indice preciso e accurato per un giudizio sullo stato di forma dell’atleta. L’indice riconosciuto dalla letteratura scientifica in tal senso è l’FTCR ( Free Testosterone / Cortisol Ratio ).
Il cortisolo rappresenta la fase catabolica, il suo aumento in stato di quiescenza è indice di affaticamento: è il principale ormone responsabile della degradazione proteica e, quindi, per ottenere progressi tangibili nell’ingrossamento dei muscoli e nell’aumento della forza, è indispensabile che i livelli di tale ormone nell’organismo non si alzino esageratamente. Il testosterone invece ha un significato opposto, è associato allo stato di forma, all’aggressività agonistica, alla sicurezza di sé ( la concentrazione di testosterone è stato riscontrato essere generalmente più elevata negli atleti vincitori rispetto  ai non vincitori ): un suo aumento indica un incremento degli stimoli anabolici, cioè di aiuto nei processi di sintesi proteica.
In definitiva tale sindrome può essere descritta come uno squilibrio tra l’allenamento ed il recupero, con la presenza di sintomi generici di affaticamento come tachicardia, cambio di umore.
Il recupero dell’atleta in Over Trainig può richiedere un periodo variabile da tre settimane ad alcuni mesi. Bisogna fare attenzione, infine a non confondere questa vera e propria patologia sportiva con una condizione decisamente meno grave, il sovraffaticamento, o “ Over Reaching “ , che consiste in un accumulo di stress,  caratterizzato da una breve riduzione delle prestazioni, una sintomatologia meno eclatante rispetto all’overtraining, e un recupero più breve, che può richiedere da qualche giorno a settimane.






LO STRESS OSSIDATIVO



L’attività fisica ad alta intensità costituisce un importante fattore di rischio per lo stress ossidativo, cioè per quel processo di invecchiamento e danno cellulare dovuto all’aumentata produzione dei RADICALI LIBERI. Le conseguenze del danno ossidativo negli atleti si ripercuotono sia sul muscolo predisponendoli alle lesioni traumatiche infiammatorie e da sovrautilizzo, sia sul  tessuto connettivo dell’apparato locomotore ( flogosi articolari e periarticolari, tendiniti, borsiti, ). Ognuno di questi eventi può provocare direttamente o indirettamenente, una riduzione delle prestazioni degli atleti. Sulla base di tali evidenze, appare chiaro che chiunque pratichi attività sportiva con regolarità ed impegno dovrebbe sottoporsi periodicamente ad una valutazione dello stress ossidativo, allo scopo di intraprendere una eventuale terapia alimentare ricca di sostanze antiossidanti ( Vitamina C, Vitamina E ecc. ) e quindi ottimizzare, personalizzare il programma di allenamento e, raggiungere migliori prestazioni senza correre i rischi delle lesioni da radicali liberi.






DANNO MUSCOLARE



L’enzima principale che viene dosato nella valutazione dello sforzo muscolare è la creatinfosfochinasi ( CPK ), ciò in quanto un danno muscolare provoca la liberazione di CPK dalle fibre muscolari nel plasma. Unitamente alla CPK si dosa la LATTATODEIDROGENASI( LDH ) e la valutazioni dei due enzimi permette una accurata diagnosi dello stato muscolare degli atleti.
Gli  atleti il cui valore di CPK risulta superiore a 300 U/L, senza che vi fossero altri fattori ( oltre allo sforzo fisico intenso ) responsabili di questo incremento, dovrebbero essere sottoposti ad un allenamento differenziato; nei casi in cui oltre a valori molto elevati di CPK si associano valori di LDH superiori alla norma, l’atleta dovrebbe essere sottoposto a seduta defaticante e stretching.



                                                                                                                                                                                             IL DIRETTORE









ONERI A CARICO COMMITTENTE:


Prelievo venoso:    da eseguirsi presso la ns sede sociale, con digiuno di almeno 8 ore

                               
Campioni delle urine:  da presentare al fron-office durante la fase di rilevamento delle generalità degli atleti previa presentazione della tessera di riconoscimento.
                                    

Modalita’ di pagamento: da concordare.

                                   
ONERI A CARICO DEL COMMISSIONARIO:

Disponibilta’ della sala prelievi tutti i giorni, sabato compreso, dalle ore 7:00 alle 10:00
                       


                                                         L’AMMINISTRAZIONE

STORIA

IL LABORATORIO

img_1462978320580.jpeg

DOVE SIAMO

CARTA DEI SERVIZI

stetoskop-i-zdjęcie-w-kształcie-serca-materiał_38-5422_1462980609471

MEDICINA DEL LAVORO

MEDICINA DELLO SPORT

REFERTI ONLINE

stetoskop-i-zdjęcie-w-kształcie-serca-materiał_38-5422_1462986179878

​ELENCO ESAMI

STAFF E CONTATTI

CIAO_1465817938873
tabella-medicina-dello-sport-1_1466670601648
tabella-medicina-dello-sport-2_1466670705060
tabella-medicina-dello-sport-legenda_1466670778368

Bio-Brin S.R.L  -  P.IVA 00108370743  -  Tel/FAX +39 0831 527691  -  Via C. Braico 21/25  - 72100 BRINDISI (ITALY)

Create a website